Cestudis.it | CENTRO STUDI DIFESA SICUREZZA

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Il Presidente

Il Presidente

Stampa


Sen.Gen. Luigi Ramponi

Presidente CE.STU.DI.S

Una carriera militare tutta in ascesa che lo ha portato a ricoprire le cariche più importanti (dalla quale si è congedato nell’anno 1992) ed un impegno politico che in poco tempo lo ha portato in Parlamento.

Il Generale Luigi Ramponi, è stato eletto in quattro Legislature, tre al Senatore ed una alla Camera dei Deputati, dove gli è stata conerita la carica di Presidente della Commissione Difesa.

Oggi, eletto Senatore nel Collegio Veneto, in qualità di Capo Lista del PdL, siede al Senato, è il Presidente della Consulta Difesa del PdL ed è un componente della Commissione Difesa del Senato

Il Generale Luigi Ramponi, nato a Reggio Emilia il 30 maggio 1930, in questa città è rimasto sino all’età di un anno per stabilirsi poi a S. Croce di Boretto. A nove anni la famiglia si trasferì a Gondar in Etiopia e successivamente ha riparato in Eritrea ad Asmara. Rientrato in Italia nel 1948 ha iniziato la carriera militare. Dottore in Scienze Strategiche, Luigi Ramponi ha frequentato l’Accademia Militare a Modena, successivamente la Scuola d’Applicazione d’Arma a Torino.

Nominato Sottotenente dei Bersaglieri, ha conseguito il brevetto di ramponiPilota di Aereo e di Paracadutista. Superato il Corso di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra, è stato insegnante nel predetto Istituto Accademico. Nominato Colonnello nel 1972, ha comandato il 1° Reggimento Bersaglieri e, dal 1977 al 1980, ha ricoperto l’incarico di Addetto Militare presso l’Ambasciata a Washington. Promosso Generale nel 1979, ha comandato l’8^ Brigata “Garibaldi”, la Regione Militare della Sardegna. Nel 1985 viene nominato Vice Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti e, successivamente, Sotto Capo di Stato Maggiore della Difesa. È stato Comandante Generale della Guardia di Finanza, Direttore del SISMI, concludendo nel dicembre 1992 la sua carriera militare con l’incarico di Presidente del Consiglio Superiore delle Forze Armate. Tra le molte onorificenze ricevute: la Medaglia aeronautica di lunga navigazione aerea di primo grado , la Medaglia Mauriziana, la Legion of Merit degree of officer che gli è stata conferita dal Presidente degli Stati Uniti. È Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana. Anche una onorificenza sportiva: la Stella d’oro al Merito Sportivo di cui è stato insignito dal Coni il Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Dell’Associazione Stelle al Merito Sportivo è da lungo tempo Presidente Nazionale. Conclusa l’attività militare, il Generale Luigi Ramponi si avvicinò al mondo della politica collaborando alla costruzione ed alla realizzazione di un nuovo partito di destra. Fu tra i fondatori, infatti, di Alleanza Nazionale della cui Direzione Nazionale è oggi membro. In seno al partito ha ricoperto anche l’incarico di Capo Dipartimento Difesa e Sicurezza. Del Parlamento entrò a far parte nel 1994, quando nel Collegio 11 Roma Aurelia Primavalle con 66.905 voti fu eletto al Senato. Durante quella Legislatura gli fu affidato l’incarico di Vice Presidente della Commissione Parlamentare di inchiesta sulla mafia e fece parte della 4^ Commissione Permanente – Difesa. Profondo anche il suo impegno nel mondo del sociale che si traduce in partecipazione e costante sostegno ad importanti iniziative di volontariato quali la collaborazione con i Centri di recupero tossicodipendenti di Muccioli, di Don Gelmini e di Padre Morittu. A lui si debbono l’istituzione di un Centro i ippoterapia per disabili e l’organizzazione di una campagna per la raccolta di sangue. Anche la mensa dei poveri del Convento di S. Antonio a Roma ha sempre potuto contare sulla sua disponibilità. Con l’aiuto di un gruppo di amici ha costruito, tuttora mantenendolo, un asilo a Mafinga, città della Tanzania. Esso assicura l’educazione e la nutrizione di centocinquanta bambini. Nella sua passione per lo sport, che tuttora vive praticando diverse discipline sportive, hanno trovato origine la Polisportiva Esercito Sardegna ed il Centro sportivo della Guardia di Finanza. Il Generale Luigi Ramponi è vedovo ed ha tre figli: Alfredo, Mario e Claudio.