Cestudis.it | CENTRO STUDI DIFESA SICUREZZA

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Partners Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO) Sezione Emilia Romagna
E-mail Stampa PDF


L’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO), la cui sede principale è sita in Roma, Via Aldrovandi 16, è un ente pubblico non economico vigilato dal Ministero degli Affari Esteri. Sorto nel 1995 dalla fusione dell’IsMEO («Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente», fondato nel 1934 da Giovanni Gentile) con l’«Istituto italo-africano» (IIA), l’IsIAO è presieduto sin dalla sua costituzione dal professor Gherardo Gnoli.
L’Istituto, ponendosi al servizio della nazione, opera attivamente nel campo della promozione culturale al fine di propiziare rapporti sempre più validi e proficui tra l’Italia e i paesi dell’Africa e dell’Asia. In questi ultimi anni, l’IsIAO ha istituito centri di studio e di ricerca (tra cui, da ultimo, uno dedicato al mondo islamico), organizzato mostre e conferenze, patrocinato convegni e seminari specialistici, edito riviste e pubblicazioni di riconosciuto valore accademico, finanziato importanti campagne archeologiche, istituito corsi di lingue e culture africane e orientali rivolti a un ampio pubblico, sottoscritto convenzioni e gemellaggi con analoghi enti accademici sia italiani che stranieri, realizzando tutto ciò con il concorso dei suoi soci e di un gran numero di esperti e docenti di formazione africanistica e orientalistica.Il contributo di carattere scientifico che l’IsIAO ha recato – e reca tuttora – a una più diffusa conoscenza dei vari aspetti (storici, linguistici, artistici, culturali, religiosi, etc.) delle civiltà affermatesi nel corso dei millenni nei paesi dell’Africa e dell’Oriente, testimonia di un impegno e di una dedizione costanti, nel solco della migliore tradizione della scuola africanistica e orientalistica italiana.
In particolare la Sezione Emilia-Romagna dell'Is.I.A.O. diretta dal Professor. Antonio Panaino dell'università di Bologna, svolge:
- dal 2004 corsi per operatori di pace;
- una serie di collaborazioni con la Questura di Ravenna, organizzando di concerto con la Polizia di Stato ed altri corpi militarizzati dello Stato Italiano e delle amministrazioni territoriali (compresa la Repubblica di San Marino) una serie di seminari di aggiornamento professionale dedicati ai temi dell’immigrazione e della multiculturalità;
- una notevole azione di partenariato sia con altri enti esterni, come le Forze di Polizia etc. (Scuole di Pace e moduli addestrativi sulla pace e l’Oriente), con lo Stato Maggiore dell’Esercito (a tale proposito è promotore di una Summer School dell’Ateneo di Bologna, intitolata “La tutela dei Beni Culturali nelle aree di crisi e nelle zone di combattimento”, che si è svolta nell’aprile 2008 presso l’Accademia Militare di Modena), con Comuni e Province. Dirige inoltre una missione etnolinguistica dai forti caratteri umanitari in Tajikistan, presso la Valle dello Yaghnob. (Per saperne di più clicca quì)


DAL 15/10/2009 I DUE ORGANISMI, ISIAO-SEZIONE EMILIA ROMAGNA E CENTRO STUDI DIFESA E SICUREZZA, HANNO STIPULATO UN ACCORDO DI PARTENARIATO PER PORRE IN SINERGIA LE DUE AREE RISPETTIVAMENTE ACCADEMICHE E POLITICO ISTITUZIONALE PER POTER REALIZZARE PROGETTI SPECIFICI CORRISPONDENTI ALLE DISCIPLINE DELLA DIFESA E SICUREZZA.